recensioni

Italia-Svizzera, così è cambiata l’emigrazione [Quotidiano del Sud, 15 aprile 2018]

Il volume di Ricciardi ricostruisce le dinamiche che hanno attraversato l’evoluzione del fenomeno migratorio Era il 1945 quando Guido Dorso nella sua “Relazione sulla questione meridionale” sottolineava la centralità dell’emigrazione nella ricostruzione del paese “Se attraverso rinnovati contatti…nuovi capitali torneranno ad affluire ad opera dei nostri emigranti, il progetto di trasformare metà del Mezzogiorno in un … Continua a leggere

recensioni

La vicenda dell’emigrazione italiana in Svizzera aiuta a comprendere il presente [Il Frontaliere, 01.02.2018]

La vicenda dell’emigrazione italiana in Svizzera aiuta a comprendere il presente Lo storico Toni Ricciardi spiega la nuova mobilità di Dario Campione, Il frontaliere, 01/02/2018 Esiste ancora la Svizzera di Nino Garofali? «Non lo so ma non so- no sicuro che sia del tutto scomparsa». Lo storico Toni Ricciardi riflette da anni sui cambiamenti avvenuti … Continua a leggere

recensioni

Breve storia della Svizzera “made in Italy” (ilMattino, 28 gennaio 2018)

Ricciardi racconta quando a emigrare eravamo noi: nella nazione in cui l’italiano è lingua ufficiale Per essere un risarcimento, quantomeno la modalità è singolare. La vignetta pubblicata il 19 novembre dell’anno scorso dalla «Neue Zürcher Zeitung am Sonntag» mette in sequenza lo sconforto di un signore davanti a una pizza senza mozzarella, «Pizza ohne mozzarella» … Continua a leggere

recensioni

Cavalli di razza – Quando la vita valeva meno del carbone (Gian Antonio Stella, Sette CorSera)

Gian Antonio Stella / Cavalli di razza Quando la vita valeva meno del carbone. Un libro pieno di testimonianze ricorda la tragedia di Marcinelle di 6o anni fa. E racconta come venivano trattati gli italiani attratti con un imbroglio nelle miniere Il volume di Toni Ricciardi, edito da Donzelli, contiene documenti straordinari sulla condizione dei lavoratori … Continua a leggere

recensioni

Marcinelle, l’Italia è partita da lì (la Repubblica, 8 agosto 2016)

MARCINELLE, Belgio, l’8 agosto di sessant’anni fa: una data da non dimenticare mai. Per il devastante incendio nella miniera di carbone in cui muoiono 262 lavoratori, di cui 136 italiani. Per il più generale simbolo che presto l’evento diventa: non solo nel vissuto delle famiglie e dei paesi colpiti dal lutto, e non solo in quel … Continua a leggere

interviste/recensioni

Marcinelle. Sacrificati al progresso (Avvenire, 6 agosto 2016)

L’anniversario. L’8 agosto di 60 anni fa la tragedia nella miniera belga: 262 morti di cui 136 italiani. Per lo storico Ricciardi sono vittime dell’«emigrazione di Stato» «C’è ormai da temere che la catastrofe sia totale. Essa si amplia come un incubo in un tetro quadro di torri metalliche, squallidi capannoni, caligine, neri fantasmi. E … Continua a leggere

articoli/recensioni

Marcinelle, 60 anni dopo la ferita resta ancora aperta (Giornale di Brescia, 2 agosto 2016)

Un saggio di Toni Ricciardi ricostruisce la tragedia belga a livello politico, storico e sociale Impossibile non provare un sentimento di costernazione e commozione nel ricordare la tragedia della miniera belga di Marcinelle, avvenuta sessant’anni fa, l’8 agosto del 1956, nella quale morirono 262 lavoratori, 136 dei quali italiani. Sul Corriere della Sera Dino Buzzati, … Continua a leggere

recensioni

Marcinelle ha squarciato un velo sull’ipocrisia occidentale del benessere (Gazzetta del Sud, 31 luglio 2016)

Nel disastro del Bois du Cazier di Marcinelle l’8 agosto 1956 morirono 262 persone di 12 nazionalità, di cui 136 italiane, che lasciarono tra Belgio e Italia 417 orfani (224 italiani). Marcinelle rappresenta ancora oggi, dopo sessant’anni, la più grave catastrofe che l’Europa contemporanea ricordi. Comunemente riconosciuta come la catastrofe degli italiani all’estero, anche se … Continua a leggere

articoli/interviste/recensioni

Marcinelle, come nasce una strage di emigranti (il venerdì – La Repubblica, 29 luglio 2016)

A sessant’anni dalla catastrofe di Marcinelle Maria Di Valerio, vedova del minatore Camilla lezzi, all’epoca appena ventiseienne, racconta che nessuna immagine è stata cancellata dalla memoria, le grida di dolore davanti ai cancelli della miniera rimbombano ancora. L’8 agosto del 1956 l’incendio nella miniera del Bois du Cazier di Marcinelle, concepito nel 1882 e mai … Continua a leggere